Iscriviti OnLine
 

Pescara, 27/01/2021
Visitatore n. 702.113



Data: 01/07/2010
Settore:
Dip. Trasp. Pers. Terra
CCNL MOBILITA', ANCORA UNO STOP. I SINDACATI: IRRESPONSABILE PROVOCAZIONE DI ASSTRA E ANAV - Lo sciopero nazionale dell'8-9 luglio confermato. - Il comunicato sindacale unitario - Rassegna stampa

Le Segreterie Nazionali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporti, Orsa, Faisa, Fast si sono riunite per valutare lo stato del negoziato contrattuale alla luce dell'ennesima interruzione della trattativa provocata nei giorni scorsi da Anav e Asstra che hanno per l'appunto disertato inspiegabilmente un incontro oggetto del calendario appositamente programmato. I sindacati confrontandosi con la delegazione ministeriale hanno preso atto con rammarico e profonda insoddisfazione della volontà delle due associzioni datoriali a non proseguire il negoziato a causa delle "divaricazioni" di posizioni evidenziate con Federtrasporto ed Ancp nel corso dell'ultimo incontro del 18 giugno scorso. Il rappresentante ministeriale ha peraltro confermato un tentativo andato a vuoto con le quattro associazioni datoriali per verificare le condizioni di prosecuzione del negoziato. Anav ed Asstra hanno infatti confermato la loro disponibilità a proseguire gli incontri presso il Ministero esclusivamente "in contesti distinti tra le due componenti" - Anav ed Asstra da una parte, Federtrasporto e Ancp dall'altra - "delle delegazioni datoriali". Una posizione, quella di Asstra e Anav, che lo stesso rappresentante ministeriale ha stigmatizzato, arrivando a considerare assai deboli le argomentazioni di merito sostenute dalle due associazioni e valutando pressoché impercorribile la metodologia negoziale proposta dalle stesse. Il Ministero, nel confermare gli impegni assunti con il Protocollo del 30 aprile 2009, ha riconvocato la delegazione sindacale per l'1 luglio per riferire sulle verifiche che intende attivare per la prosecuzione del negoziato.


Nel frattempo le Segreterie Nazionali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporti, Orsa, Faisa, Fast nel valutare lo stato del negoziato contrattuale, hanno diffuso un comunicato sindacale unitario ed inviata una nota sindacale unitaria al Ministro di Infrastrutture e Trasporti, al Ministro del Lavoro e, per conoscenza, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri con la quale si denuncia l'atteggiamento delle due associazioni datoriali e si sollecita il rapido ripristino della trattativa. Lo sciopero nazionale dell'8-9 luglio a sostegno della vertenza contrattuale è confermato.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it