Iscriviti OnLine
 

Pescara, 30/05/2020
Visitatore n. 692.282



Data: 02/07/2010
Settore:
Sicurezza
SICUREZZA E VIABILITA´, FORSE QUALCOSA SI MUOVE - Tra parziali smentite e mezze ammissioni, Pescara e Montesilvano aprono ai sindacati e decidono finalmente di rapportarsi con le aziende - Rassegna stampa - L'accordo tra sindacati e Comune di Montesilvano

Sui temi della viabilità e della sicurezza le polemiche non ci appassionano, chiediamo solo una rapida risoluzione delle tante problematiche e una maggiore determinazione comune a voler affrontare in sinergia le emergenze sollevate dai lavoratori del trasporto locale.

E' sostanzialmente la perfetta sintesi di quanto trasmesso dalle Segreterie Provinciali di Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti di Pescara agli organi di stampa nel commentare le apparenti diatribe con tanto di parziali smentite e mezze ammissioni tra la Gtm di Pescara e l'Amministrazione Comunale di Pescara. Oggetto del batti e ribatti tra il Presidente della Gtm Russo e l'Assessore Fiorilli è la viabilità sul Lungomare Matteotti e la tipologia d'intervento da adottare per consentire il transito dei mezzi pubblici.

Dopo l'annuncio di una possibile soluzione attraverso l'eliminazione dei parcheggi auto lato monte e la contestuale sostituzione con stalli per le moto, il Comune è sembrato tornare indietro nelle decisioni che evidentemente hanno scatenato le proteste dei residenti e soprattutto dei titolari degli stabilimenti balneari.

«Il solo aver manifestato apprezzamento per una soluzione attesa e ricercata da tempo nel tentativo di mettere in condizione i conducenti degli autobus di poter lavorare senza infrangere le regole, ha scatenato senza volerlo polemiche, smentite e contro smentite tra Amministrazione Comunale e Azienda Gtm verso le quali intendiamo chiamarci letteralmente fuori». E' quanto precisano Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti di Pescara che nel ribadire le priorità del sindacato, prendono decisamente le distanze dalle polemiche del giorno.

«Sulle tematiche della viabilità e sicurezza, scrivono i sindacati - confidiamo sulla determinazione comune (azienda/sindacati) a voler affrontare in sinergia le tante emergenze sollevate dal personale di guida nell'espletamento del proprio lavoro.
La risoluzione di dette criticità non può che cominciare da quelle con priorità elevata e che impongono agli autisti assunzioni di responsabilità non dovute. Un esempio calzante è proprio quello del lungomare Matteotti, la cui carreggiata nel tratto compreso tra Via Foscolo e la Madonnina viene attraversata quotidianamente da mezzi pubblici, pur nella certezza assoluta che non vi siano le condizioni necessarie di sicurezza imposte dal Codice della strada».

«La determinazione con la quale la stessa Amministrazione Comunale e le forze dell'ordine - scrivono Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti di Pescara - si prodigano nel richiamare ed infliggere sanzioni a coloro che non indossano le cinture di sicurezza o che parlano con il telefonino mentre sono al volante, non può essere improvvisamente ridimensionata o addirittura ignorata quando a dover infrangere le regole sono lavoratori che operano per la mobilità collettiva e non come privati cittadini».

«La presunta polemica o il presunto equivoco emerso tra Amministrazione Comunale e il Presidente della Gtm, ribadiscono i sindacati, non ci appassiona affatto. Noi siamo interessati solo alla rapida risoluzione delle tante problematiche sollevate concernenti il tema della sicurezza. Quello che deve essere chiaro è che noi non sponsorizziamo o tantomeno promuoviamo questo o quel provvedimento risolutivo. Vogliamo soltanto lavorare nel pieno rispetto delle regole e delle leggi, ma è del tutto evidente che la soluzione va ricercata celermente a prescindere dalle presunte lamentele dei cittadini, degli operatori commerciali o dalle diverse esigenze collegate alla stagione balneare».

«Nel mese di maggio - concludono Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti di Pescara - abbiamo sottoscritto un'importante intesa con la quale il Presidente della Gtm Russo ha assunto l'impegno di interfacciarsi con l'Amministrazione Comunale per attivare quelle azioni concrete che da tempo stiamo rivendicando. Vogliamo continuare a manifestare fiducia nell'operato e nelle intenzioni di chi ha condiviso con noi questo obiettivo comune convinti che la soluzione, in un modo o nell'altro, con o senza il parcheggio dell'ex Fea, con o senza l'ausilio dell'Amministrazione Comunale, verrà comunque individuata».
Il messaggio è chiaro!

ACCORDO TRA SINDACATI E IL SINDACO CORDOMA
Intanto anche a Montesilvano si registrano segnali positivi e in questo caso parliamo di atti concreti giacché con un accordo nero su bianco (preleva il testo dell'accordo) siglato il 1° luglio tra Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti di Pescara e l'Amministrazione Comunale rappresentata dallo stesso sindaco Pasquale Cordoma e dall'Assessore ai Servizi Manola Musa, sono state finalizzate alcune intese sulla viabilità dei mezzi pubblici che operano sul territorio comunale.

Con decorrenza 19 luglio 2010, il Comune di Montesilvano si rende disponibile a modificare il percorso della linea 2/ alla luce delle difficoltà più volte segnalate dagli autisti nelle operazioni di svolta da Viale Europa direzione Pescara. La richiesta di modifica di percorso verrà ufficializzata con apposita nota che la stessa Amministrazione Com.le invierà all'attenzione della Gtm S.p.A.

Inoltre anche sulla recente soppressione della corsia preferenziale di C.so Umberto, fondamentale per il trasporto pubblico locale dell'intera Area Metropolitana e che era stato oggetto di vive proteste da parte sindacale , il Sindaco Cordoma si è riservato di esaminare nuovamente il provvedimento, a ridosso della riapertura delle scuole.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it