Iscriviti OnLine
 

Pescara, 12/12/2019
Visitatore n. 684.845



Data: 15/06/2011
Settore:
Dip. Trasp. Pers. Terra
CCNL MOBILITA', IL NEGOZIATO PROCEDE CON POCHE CERTEZZE - Le trattative per il contratto delle attivitą ferroviarie proseguiranno il 22 e 28 giugno prossimi - Rassegna stampa

Proseguito nel corso della mattinata di ieri il negoziato in sede ministeriale per il rinnovo del CCNL di categoria Attività Ferroviarie. Nel pomeriggio, invece, la delegazione ministeriale ha incontrato separatamente le delegazioni datoriale e sindacale impegnate nella trattativa, sospesa il 19 maggio, per il rinnovo del CCNL di categoria Trasporto Pubblico Locale.



Attività Ferroviarie. Il confronto è proseguito sulla impostazione generale della nova proposta di Federtrasporto e Ancp sul Capitolo “Classificazione del Personale” presentata il 6 giugno scorso. Sono stati ulteriormente approfonditi i temi relativi ai livelli professionali, al ventaglio parametrale, al meccanismo di progressione professionale, alle declaratorie e alle figure professionali, in particolare analizzando gli aspetti inerenti alla polifunzionalità. Alla fine dell’incontro sono state individuate le date del 22 e 28 giugno prossimi per la prosecuzione della trattativa.



Trasporto Pubblico Locale. L’incontro della delegazione ministeriale (Trasporti e Lavoro) con la delegazione sindacale Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Trasporti, Faisa-Cisal ha fatto immediatamente seguito a quella con la delegazione datoriale Asstra e Anav. Lo scopo dei due incontri odierni era verificare la sussistenza delle condizioni per la ripresa della trattativa, dopo la decisione ministeriale del 19 maggio di sospenderla alla luce della sostanziale indisponibilità datoriale al confronto, decisione confermata il 26 maggio quando, già convocate separatamente le parti per effettuare tale verifica, Asstra e Anav disertarono l’incontro proposto dal Ministero. In apertura, la delegazione ministeriale ha informato sull’esito dell’incontro appena concluso con la delegazione datoriale. In base alle informazioni fornite, Asstra e Anav si sono impegnate con il Ministero a presentare a breve una nuova elaborazione sugli stessi punti già oggetto della precedente proposta del 5 maggio scorso e sulla quale si è consumata la sospensione della trattativa. Al termine si è convenuto con la delegazione ministeriale che, qualora la proposta datoriale sia valutata dalle Organizzazioni Sindacali un effettivo avanzamento del confronto, il negoziato possa riprendere entro la prossima settimana.



TRASPORTI: Rocchi (Filt), verso conflitto se non avanza trattativa Tpl e ferrovie

“Ad oltre tre anni dal varo della piattaforma sindacale del nuovo contratto della Mobilità e dopo cinque scioperi nazionali, le trattative per il rinnovo dei contratti del Trasporto Pubblico Locale e delle Attività Ferroviarie, che in questa fase rappresentano le 'gambe' del processo di progressiva costruzione del nuovo CCNL, segnano il passo”. A riferirlo è il segretario nazionale della Filt Cgil, Alessandro Rocchi, nel corso del comitato, riunito a Chianciano, con i rappresentati dei due settori della Federazione dei trasporti della Cgil, spiegando che “la trattativa riferita al TPL è praticamente 'sospesa' dal 26 maggio, quando la delegazione ministeriale ha dovuto prendere atto della persistente indisponibilità sostanziale al negoziato di Asstra e Anav, in rappresentanza delle aziende del TPL, mentre quella riferita alle attività ferroviarie è stata invece finora sovraccaricata da Federtrasporto, in rappresentanza anche del Gruppo Fs, e da Ancp di elementi di merito che zavorrano il negoziato”. “Se la trattativa non avanza - ha annunciato Rocchi - non si può attendere troppo oltre e sarà inevitabile il ritorno al conflitto”.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it