Iscriviti OnLine
 

Pescara, 16/04/2024
Visitatore n. 736.148



Data: 06/12/2012
Settore:
Trasporto pubblico locale
CCNL TRASPORTO LOCALE: NEGATIVO ANCHE L'INCONTRO DEL 5 DICEMBRE. PER ASSTRA E ANAV VALGONO LE VECCHIE PROPOSTE IN TEMA DI ORARIO DI LAVORO, TRASFERTE E DIARIE - Resta confermato l'ulteriore appuntamento in sede governativa giÓ programmato per il 7 dicembre - Preleva l'indice degli argomenti - Le proposte delle parti datoriali (sintesi)

CCNL Mobilita'/Trasporto Pubblico locale. Si è concluso in tarda serata di ieri (mercoledì  5 dicembre 2012) il nuovo incontro in sede governativa sulle problematiche del trasporto locale. La riunione odierna, come convenuto in occasione di quella precedente del 3 dicembre, avrebbe dovuto riprendere il negoziato sul rinnovo del CCNL, sulla base di un indice degli argomenti da trattare definito tra le parti, appunto, il 3 dicembre. Come pure convenuto, la delegazione sindacale ha presentato e consegnato alle controparti, alla delegazione governativa (Ministero del Lavoro e Ministero di Infrastrutture e Trasporti) e alla rappresentanza della Conferenza delle Regioni le proprie proposte relative alle possibili modifiche al CCNL in tema di: contrasto all'evasione tariffaria (nell'indice art. 27 e art. 36); lavoro straordinario (art. 29); permessi ex legge 104/92 (art. 33). Da parte loro, sempre come convenuto il 3 dicembre, Asstra e Anav hanno presentato e consegnato le loro proposte relative a: orario di lavoro (nell'indice art. 28); trasferta ed altri trattamenti per attività fuori residenza di lavoro (art. 31); Fondo Bilaterale di solidarietà (art. 37). Su quest'ultimo argomento, la delegazione sindacale si è riservata una valutazione sui contenuti della proposta datoriale, presentata oggi per la prima volta ad oltre un anno dal primo comunicato congiunto sul tema che risaliva ormai, addirittura, al 19 settembre 2011. Sulle altre proposte datoriali presentate oggi, invece, la delegazione sindacale ha segnalato ai soggetti istituzionali presenti al tavolo e alle controparti che si tratta esattamente, senza alcun minimo passo avanti, delle stesse identiche proposte già presentate fin dal maggio-giugno 2011 e successivamente inasprite nell'ottobre scorso (v. schema di sintesi), a conferma di una indisponibilità di fatto, malgrado alcune apparenti aperture dichiarate ancora il 3 dicembre e nonostante i nuovi possibili attestamenti sindacali proposti oggi, ad intavolare finalmente una trattativa seria e concreta. Tale atteggiamento datoriale si è confermato, nel corso dell'incontro, anche a fronte delle sollecitazioni esercitate dalla delegazione governativa, che è arrivata ad attribuire ad Asstra e Anav il rischio che anche questo nuovo tentativo governativo per comporre la vertenza contrattuale nell'ambito di un più ampio confronto sulle problematiche del settore, avviato l'8 novembre scorso, possa già fallire. Appare evidente che, per quanto descritto, l'esito dell'incontro odierno non può che confermare lo sciopero nazionale di 24 ore e la manifestazione nazionale a Roma programmati per il 14 dicembre. Resta altresì confermato l'ulteriore appuntamento in sede governativa già programmato per il prossimo 7 dicembre sull'ulteriore verifica delle risorse finanziarie destinate al settore. Su proposta del Ministero del Lavoro, tale incontro sarà anche incaricato di verificare lo stato della trattativa contrattuale e quindi, per quanto dichiarato dal Governo nel corso dell'incontro odierno, potrebbe anche addirittura riguardare la valutazione politica da parte della delegazione governativa sull'opportunità di proseguire il tentativo stesso di mediazione.


 

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it