Iscriviti OnLine
 

Pescara, 17/09/2019
Visitatore n. 681.370



Data: 05/12/2007
Settore:
Trasporti
CONTRATTO UNICO TPL-AF, PER LA FILT CGIL E' UNA SCELTA STRATEGICA - Fabrizio Solari: «Abbiamo l'obbligo di guardare al futuro anticipando i problemi che potrebbero presentarsi» - Il comunicato unitario del 5/12 - L'ordine del giorno del Comitato di Settore

Si è riunito nei giorni 4 e 5 dicembre a Chianciano (SI) il Comitato di Settore Attività Ferroviarie/Trasporto Pubblico Locale della Filt Cgil per dibattere sull'avviato processo di semplificazione ed unificazione contrattuale che ha avuto il via ufficiale lo scorso 21 novembre con la sottoscrizione di un primo verbale di intesa tra Governo parti sociali ed associazioni datoriali. Davanti a circa 180 delegati della Filt Cgil provenienti da tutta Italia, il Segretario Nazionale Franco Nasso (nella foto alla sinistra del Segretario Generale Fabrizio Solari) ha illustrato le linee progettuali di un percorso di unificazione contrattuale per il trasporto pubblico locale e per le attivitità ferroviarie condiviso e sostenuto non solo dal sindacato di via Morgagni ma anche dalla stessa Confederazione. «Un percorso - ha sostenuto Nasso - in grado finalmente di dare seguito agli indirizzi congressuali e a quanto deciso a Malpensa alcuni anni fa». In quella occasione risalente all'anno 2000, i dirigenti della Filt Cgil avanzarono l'esigenza di dover ridurre la forte frammentazione contrattuale nel settore dei trasporti che allo stato attuale costringe a dover gestire ben 52 realtà e contratti diversi.
«La proposta di contratto unico di settore - secondo l'esponente della Filt Cgil - non dovrà costituire una semplice operazione di accostamento delle rispettive disposizioni e normative che regolano i due settori. L'obiettivo da conseguire - ha affermato Franco Nasso - sarà quello di puntare ad un nuovo contratto di settore "a banda larga" e non alla sommatoria di quelli già esistenti». Il nuovo strumento normativo al quale si indirizza la Filt Cgil, dovrà pertanto, essere in grado di soddisfare (e non penalizzare) una platea lavorativa di riferimento attualmente attestabile intorno ai 250.000 addetti.
Nella seconda giornata dei lavori del Comitato di settore della Filt Cgil è intervenuto anche il Segretario Generale Fabrizio Solari il quale ha valorizzato l'indirizzo programmatico dell'unicità contrattuale «In un contesto nel quale manca molto spesso l'interesse collettivo - ha affermato Solari - la Filt Cgil sta perseguendo una scelta strategica che pensa al domani». Rivolgendosi ai 180 delegati intervenuti, il Segretario Generale della Filt Cgil ha rammentato «l'obbligo per una classe dirigente di guardare al futuro anticipando i problemi che potrebbero presentarsi».
A conclusione del dibattito è stato inoltre reso noto il rinvio al 17 dicembre, per esigenze delle controparti, del previsto incontro con tutte le associazioni datoriali per avviare il confronto di merito per il nuovo contratto dell'intero settore del trasporto pubblico locale e delle attività ferroviarie che fa seguito all'intesa raggiunta il giorno 21 novembre presso il Ministero del Lavoro.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it