Iscriviti OnLine
 

Pescara, 27/05/2022
Visitatore n. 717.912



Data: 12/03/2013
Testata giornalistica: Il Messaggero
Trasporti, subito la fusione tra Arpa e Gtm. Morra: «Entro la fine della legislatura entrerà Sangritana»

PESCARA La Regione avvierà la fusione immediata delle aziende di trasporto su gomma Arpa e Gtm, cui in un secondo momento si aggiungerà Sangritana. E’ il risultato della riunione di ieri tra Regione e sindacati sulla riforma del trasporto pubblico locale.
L’assessore regionale ai Trasporti, Giandonato Morra: «Volevamo dare un segnale forte, un segnale politico. Visto che al momento sottrarre da Sangritana solo la parte riguardante i bus pone problemi organizzativi, abbiamo pensato di unificare subito Arpa e Gtm, che hanno solo bus. Entro la fine della legislatura entrerà nell’azienda unica anche Sangritana, sia con i bus che con i treni. Ma fin d’ora stileremo un documento, un patto per lo sviluppo, in cui definiremo tutti i passaggi della riforma, compresi quelli riguardanti Sangritana. Passaggi che proporremo, ovviamente, all’analisi del Consiglio regionale». Il governatore Gianni Chiodi: «Affronteremo tutti i problemi connessi alla riforma dei trasporti, dal fondo unico alla tariffa unica, fino al consorzio sul trasporto in cui vorremmo entrassero anche le aziende private del settore».
UIL DELUSA
Per Roberto Campo e Giuseppe Murinni, segretari regionali di Uil e di Uil Trasporti, è «un primo passo, anche se l’azienda unica viene rinviata. La novità è che la Giunta regionale ha fatto una proposta: subito la fusione Arpa-Gtm, e successivamente l’azienda unica gomma-ferro. Si sblocca la lunga stasi del confronto sul trasporto pubblico locale, ma non è la riforma piena che auspicavamo. Noi volevamo subito l'azienda unica gomma-ferro, per realizzare da subito maggiori sinergie e non limitarsi al trasporto passeggeri, ma anche al versante commerciale. La Uil ha chiesto a Chiodi tempi stretti per completare la riforma e definire i contorni della nuova azienda unica gomma-ferro, per dare credibilità al fatto che la fusione Arpa-Gtm sia effettivamente la prima tappa e non l'intera corsa. Chiodi ha replicato che in pochi mesi sarà completata la riforma e ha dato la disponibilità a proseguire da subito il confronto. La Uil eserciterà un'azione continua di pressione affinché la riforma non si fermi qui e l'azienda unica gomma-ferro nasca presto e bene».
ALTA VELOCITA’
Intanto l’assessore Morra questa mattina incontrerà il manegement di Trenitalia, a Roma, per protestare contro l’esclusione dell’Abruzzo dai collegamenti ad alta velocità. Alle vicine Marche sono stati assegnati treni Frecciarossa sulla tratta Milano-Ancona, mentre la stazione di Pescara resta ignorata. Vedremo se l’azione di Morra riuscirà a smuovere l’immobilismo di Trenitalia. Lo stesso assessore è comunque pronto a rivolgersi anche a Ntv, che ha già manifestato l’intenzione di portare a Pescara i suoi velocissimi treni Italo.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it