Iscriviti OnLine
 

Pescara, 16/06/2019
Visitatore n. 676.286



FILT E CGIL TERAMO - «E' un grave errore arretrare la stazione»

La Filt Cgil di Teramo e la Camera del Lavoro di Teramo in una conferenza stampa congiunta a dimostrazione di una assidua e proficua collaborazione, hanno evidenziato una netta contrarietà all'ipotesi circolata nei giorni scorsi tendente a promuovere l'arretramento della stazione ferroviaria del capoluogo abruzzese. «Arretrare la stazione di alcune centinaia di metri e creare un'alternativa intermodale ferro-gomma come come ipotizzato dal Sindaco Chiodi - sostiene la Cgil - significa peggiorare la condizione di centinaia di viaggiatori che nella situazione attuale usano il treno per raggiungere il loro posto di lavoro o di studio ( es. Tribunale, uffici finanziari, ufficio provinciale del lavoro, liceo scientifico, istituti tecnico e professionale, etc ). Significa anche produrre una rottura di carico passando dal treno ai bus del servizio urbano per l'attraversamento di una città intasata, con aumento dei tempi e dei costi per l'utenza. Non ultimo - continua il sindcato - significa porsi contro una tendenza nazionale che progetta e realizza l'attraversamento delle città secondo questa tipologia di trasporto».

Rassegna stampa - «Il centro» del 22/6/2006

Rassegna stampa - «Il messaggero» del 22/6/2006

Rassegna stampa - «Il tempo» del 22/6/2006

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it