Iscriviti OnLine
 

Pescara, 26/01/2021
Visitatore n. 702.072



Data: 28/09/2012
Settore:
Trasporto pubblico locale
IN ATTESA DELL'AZIENDA UNICA, ECCO COSA ACCADE NELLE SOCIETA' REGIONALI - Accordi in Arpa e in Gtm per soddisfare carenze negli organici degli autisti. Gravi fratture in Sangritana e grossi problemi nella Società Sistema - Il verbale Arpa - Il verbale di accordo Gtm - Lo stato di agitazione in Sangritana

Mentre la politica regionale sembra aver ulteriormente rallentato il cammino – già di per sé molto lento - sulla riforma del tpl e sul processo di unificazione delle aziende di trasporto, nelle società oggetto di una auspicabile e, se possibile, imminente aggregazione, si continua ad operare in condizione di normale amministrazione come se tutto ciò non determinasse riflessi e conseguenze programmatiche nel medio/breve termine. Pertanto accade che, se da un lato, si apportano correttivi minimi ma quanto mai necessari sul fronte del fabbisogno occupazionale in modo specifico nel personale di guida, al fine di garantire il corretto espletamento dei servizi , dall’altro le aziende non mostrano affatto l’intenzione a voler cooperare in progetti comuni e insistono nel proliferare investimenti, provvedimenti e operazioni discutibili che potrebbero contrastare con gli obiettivi di azienda unica

ARPA VALUTA LA PROPOSTA PER IL PASSAGGIO A FULL TIME DI 25 OPERATORI DI ESERCIZIO - Mercoledì scorso, le Organizzazioni Sindacali convocate a livello regionale, hanno siglato un’intesa con i vertici aziendali di Arpa, rappresentati dai Dirigenti Litterio e Montanaro, con la quale è stata valutata un’ipotesi di accordo in grado di fornire prime risposte tangibili all’assai noto problema della carenza di personale di guida. Una difficoltà, quella della insufficienza dei conducenti che riflette una situazione ormai tristemente attuale e comune in tutti i territori. Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl autoferro hanno evidenziato l’insostenibilità di tale situazione, invitando l’azienda a proceder nella trasformazione a full time di un numero congruo di autisti attualmente inquadrati a part time. Da parte aziendale, si è registrata la disponibilità a procedere a 25 trasformazioni a condizione che si realizzino contestualmente operazioni di razionalizzazione nei territori finalizzate al recupero dei maggiori oneri derivanti da tale operazione e che la stessa Società Arpa ha stimato nell’ordine di 76mila euro. Il confronto tra le parti dovrebbe concludersi, secondo quanto concordato nel verbale, entro il prossimo 15 ottobre in modo da consentire sia l'approfondimento con le RSA dei rispettivi territori che l'approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione.

IN GTM RAGGIUNTO L’ACCORDO PER LA TRASFORMAZIONE DEGLI ULTIMI PART TIME - Sembrano lontani anni luce i tempi in cui il Presidente della Gtm Michele Russo tuonava contro i sindacati, irresponsabili a suo dire nel rivendicare la necessaria trasformazione a full time del personale di guida per rimediare alle note carenze concentrate solo in un determinato settore aziendale. Tutto ciò accadeva meno di un anno fa. Oggi invece un presidente evidentemente ragguagliato a dovere sul reale fabbisogno di organico aziendale, non solo è tornato sui propri passi, ma forse è andato anche oltre le più rosee aspettative sindacali. Filt Cgil, Fit Cisl, Faisa Cisal e Ugl autoferro hanno infatti sottoscritto un verbale di accordo, condiviso dall’assemblea dei lavoratori che consente di sistemare definitivamente la questione lavoratori part time in Gtm. L’intesa prevede la trasformazione a full time, a partire dal prossimo 1° ottobre, degli ultimi 7 autisti part time facenti parte della graduatoria dei vincitori dell’ultimo concorso conclusosi nel 2008. Il verbale tuttavia include ulteriori aspetti vertenziali che avevano indotto i quattro sindacati (Uil escluso) ad attivare, lo scorso 3 luglio, le procedure di raffreddamento. Tra essi, risultano particolarmente rilevanti, i risultati ottenuti sul capitolo sicurezza e che vertono sulla pulizia dei mezzi e sul sistema di comunicazione. Così come avviene in Arpa anche il personale di guida della Gtm, sarà dotato di un telefono cellulare con una scheda aperta alla rete aziendale, per poter effettuare comunicazioni di servizio.

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it