Iscriviti OnLine
 

Pescara, 04/07/2022
Visitatore n. 719.027



Data: 26/03/2008
Settore:
Trasporti
IN SALITA IL CONTRATTO DELLA MOBILITA', PER ASSTRA E ANAV LA BOZZA E' «IRRICEVIBILE» - Panettoni: «Siamo indisponibili ad accogliere la piattaforma per il contratto unico AF/TPL»- Le note trasmesse da Asstra e Anav - Le note sindacali unitarie

Primo stop delle controporti datoriali alla proposta avanzata dalle Organizzazioni Sindacali di unificare i contratti degli autoferrotranvieri, dei ferrovieri e degli addetti ai servizi connessi (pulizie, manutenzione, ristorazione e accompagnamento notte ferroviario). Le linee guida del nuovo contratto nazionale della mobilita' approvate lo scorso 21 febbraio a Roma dall'assemblea dei quadri e dei delegati sindacali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt Uil, Ugl Trasporti, Orsa Trasporti, Faisa e Fast hanno dunque ricevuto
un primo segnale di arresto almeno da parte delle associazioni datoriali Asstra e Anav che rappresentano le aziende di trasporto pubblico locale. Secondo Asstra e Anav e secondo i loro rispettivi presidenti Marcello Panettoni (nella foto) e Nicola Biscotti la piattaforma per il contratto unico della mobilità è "irricevibile". In particolare spiegano in una nota trasmessa alle organizzazioni sindacali del settore autoferrotranvieri Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal, Ugl «C'è l'assoluta impraticabilità di affrontare il tema della eventuale unificazione dei contratti collettivi nazionali di lavoro degli autoferrotranvieri e delle attività ferroviarie in termini negoziali, sottoforma di piattaforma contrattuale».
Asstra e Anav dichiarano pertanto la propria disponibilità «al rinnovo del solo contratto degli autoferrotranvieri nel pieno rispetto del protocollo 23 luglio evidenziando il perdurare dello stato di crisi del settore».

www.filtabruzzo.it ~ cgil@filtabruzzo.it